Informazioni personali

La mia foto
" Cos’è questo blog? Per me è il principale strumento di lavoro: ufficio, aula, bacheca, laboratorio, archivio, content management system, collegamento professionale, banco di scuola...qui c’è la mia identità. (Prof. Andreas Formiconi). Ho sempre fatto la maestra e ormai sono passati più di trent'anni. Sposata con Piero, due figli e ( per fortuna) ancora tanta voglia di fare per imparare il mio mestiere. Laureata in METODI E TECNICHE DELLE INTERAZIONI EDUCATIVE alla IULINE di Firenze:un'avventura che mi ha segnato nel profondo. Allora ho proseguito:MASTER di Primo Livello in Educazione e Formazione Pedagogia 2.0 e Laurea Magistrale in Innovazione Educativa ed Apprendimento Permanente..

martedì 1 maggio 2018

Camminata partigiana

In questo periodo impegnativo ed intenso abbiamo concluso la settimana con la Camminata Partigiana il 29 aprile 2018. Nelle giornate precedenti avevamo preparato i testi da leggere, per far memoria di questo periodo storico. Siamo partiti alle 9.30 da scuola e abbiamo fatto la prima sosta davanti al Monumento dei Caduti a Bareggia:qui abbiamo letto i nomi dei Caduti durante la 1° e la 2° Guerra Mondiale.

Poi attraverso il Sentiero delle Valli siamo arrivati a Macherio in via F.lli Cervi. Qui gli alunni delle classi IV di Macherio hanno raccontato la loro storia:erano sette fratelli che hanno preso parte alla Resistenza e sono stati fucilati nel 1943.
Hanno anche recitato l'Art. 1 della nostra Costituzione.
Ci siamo poi recati alla lapide di G. Confalonieri.
Ecco la sua storia:
La mattina del 25 APRILE 1945 alcuni ufficiali delle SS tedesche e italiane arrivano a Macherio per tentare di bloccare l'azione delle forze partigiane.
Vengono affrontati da un gruppo di partigiani al comando di Eugenio Cassanmagnago; nello scontro un ufficiale delle SS rimane ucciso ed altri arrestati e disarmati, tranne uno che riuscì a raggiungere Monza dando l'allarme. Durante l'azione muore a soli venti anni il partigiano albiatese Giuseppe Confalonieri, forse il primo caduto brianzolo dell'insurrezione.
Nel primo pomeriggio gli ultimi fascisti monzesi, ma verso le 14,30 si ritirano velocemente e da quel momento, installatosi il COMITATO di LIBERAZIONE NAZIONALE, Macherio fu definitivamente in mano alle forze di liberazione.
Abbiamo anche letto l'Art. 13 della Costituzione.
Poi ci siamo spostati alla lapide dedicata a V. Rivolta. 


Qui gli alunni di Macherio hanno raccontato la sua storia:
Nato il 22 febbraio 1913 a Macherio. Operaio alla Hensemberger di Monza aveva svolto attività di diffusione della stampa clandestina. Fu arrestato il 1 marzo 1945 a Macherio, colpevole di aver tolto la corrente alla fabbrica Hensemberger, dando avvio allo sciopero generale. Deportato subito il 4 marzo a Mauthausen. Trasferito a Wien Schwechat, poi a Wien Floridsdorf, ritornò quindi nel campo centrale per essere poi inviato per breve tempo ad Auschwitz e di nuovo a Mauthausen dove muore il 17 marzo 1945.
Abbiamo letto gli Artt. 3-9 e 34. Dopo l'intervento della Preside ci siamo recato a Piazza del Lavatoio dove abbiamo ascoltato insieme agli alunni dell'Ist. di Biassono il concerto di G. Alzati:è stata un'esperienza importante per conoscere come è nata la democrazia in Italia.



Nessun commento:

Posta un commento