Informazioni personali

La mia foto
" Cos’è questo blog? Per me è il principale strumento di lavoro: ufficio, aula, bacheca, laboratorio, archivio, content management system, collegamento professionale, banco di scuola...qui c’è la mia identità. (Prof. Andreas Formiconi). Ho sempre fatto la maestra e ormai sono passati più di trent'anni. Sposata con Piero, due figli e ( per fortuna) ancora tanta voglia di fare per imparare il mio mestiere. Laureata in METODI E TECNICHE DELLE INTERAZIONI EDUCATIVE alla IULINE di Firenze:un'avventura che mi ha segnato nel profondo. Allora ho proseguito:MASTER di Primo Livello in Educazione e Formazione Pedagogia 2.0 e Laurea Magistrale in Innovazione Educativa ed Apprendimento Permanente..

giovedì 9 marzo 2017

Le testimonianze di Gianna e Teresa

Gianna e Teresa hanno insegnato qualche anno nella scuola di Pedresse fino al  1 976. Ci hanno raccontato quanto segue.
T  C’era un grande giardino in cui giocavano i bambini della scuola;
T  la scuola ospitava solo le classi prime, seconde e terze, per la quarta e la quinta si andava a Macherio, ma questo prima che loro insegnassero lì;
T  al pianterreno c’ erano due aule dove si insegnava: una per le prime, l’altra per le seconde;
T  a sinistra c’era la casa del custode, che però quando loro lavoravano lì, non era occupata e veniva usata come aula, quella di Teresa;
T  al pianterreno c’era anche l’infermeria e veniva spesso il medico;
T  al primo piano c’erano le aule delle quarte e quinte;
T  non c’era la mensa, i bambini frequentavano anche di pomeriggio e si portavano il pranzo da casa. Poi si andava a scuola anche il sabato mattina;
T  c’era solo una bidella che conosceva tutti ed era un po’ come la custode della scuola.

Nessun commento:

Posta un commento